La mossa di conte di mettere Vidal alle spalle di Vucinic si è dimostrata vincente. Il jolly cileno corso ha come un pazzo per 90 minuti andando a braccare tutti i difensori del Milan che volevano iniziare l’azione.

Molto alte anche le due linee di difesa e centrocampo che non hanno lasciano quasi mai la possibilità a Ibra e Cassano di entrare in possesso di palla.

L’unica pecca, se si può trovare in una gara quasi perfetta, è stata la difficoltà a finalizzare il gran numero di ripartenze fatte dalla squadra. Forse Conte deve ancora affinare alcuni meccanismi offensivi cercando di far capire ai suoi che occorre attaccare con maggior decisione la profondità per abbassare la difesa avversaria e favorire gli inserimenti da dietro.