Il 19 marzo 2012 svolgerà al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, un convegno di Vedrò Sport aperto al pubblico con l’obiettivo di aumentare la pratica sportiva in Italia, sulla base di quanto proposto dal governo inglese come eredità delle Olimpiadi di Londra per il proprio paese.

FOCUS

In occasione dell’incontro del 19 marzo, i commissari tecnici delle principali nazionali maschili e femminili, capofila con veDrò del progetto, presenteranno dunque un Manifesto programmatico, una sorta di codice etico dello sport agonistico, che indichi direzione e azioni per lo sport italiano da qui al 2020.

FORMAT

In occasione dell’incontro del 19 marzo, i commissari tecnici delle principali nazionali maschili e femminili, capofila con veDrò del progetto, presenteranno dunque un Manifesto programmatico, una sorta di codice etico dello sport agonistico, che indichi direzione e azioni per lo sport italiano da qui al 2020.

MATERIALI

Manifesto programmatico firmato dai Commissari tecnici delle Nazionali; Bozza di proposta di legge; studio redatto da Michele Uva e Adriano Bacconi sul nuovo management delle squadre professionistiche italiane (stadi e impianti, marketing e rapporto con i tifosi, vivai).

I CT

Mauro Berruto, commissario tecnico della nazionale maschile di pallavolo; Simone Pianigiani, commissario tecnico della nazionale maschile di basket; Sandro Campagna, commissario tecnico della nazionale maschile di pallanuoto; Cesare Prandelli, commissario tecnico della nazionale maschile di calcio; Massimo Barbolini, commissario tecnico della nazionale femminile di pallavolo; Jacques Brunel, commissario tecnico nazionale maschile di Rugby (da conf).

SPECIAL GUEST

Roberto Baggio (da conf.), Jury Chechi, Josefa Idem (video)

COMUNICAZIONE

L’evento sarà seguito in modo particolare dalla Gazzetta dello Sport e da Sky Sport (da conf.). Un mese prima dell’evento avrà inizio il lavoro virale sul 2.0 e la sensibilizzazione di tutte le testate giornalistiche sportive e culturali.