Bellissimo, fosforescente il nuovo stadio della Juventus. Certo, dopo aver visto ai Mondiali i gioielli sudafricani, sembra un dejà vu. Ma non è questo il punto. La cosa interessante è vedere come uno stadio può vivere anche durante la settimana.

Sono stato invitato da alcuni amici ad assistere allo Stadia Management, la terza fase del corso per diventare stadium manager. Un job title ancora sconosciuto in Italia ma già presente nell’organigramma di molti club stranieri. Sarebbe il responsabile delle attività (e quindi dei ricavi) da sviluppare non gli stadi di nuova concezione, come appunto quello inaugurato l’8 settembre dalla Juventus.

L’evento è stato promosso dalla FIGC, con il patrocinio delle Leghe e la partnership istituzionale dell’Istituto per il Credito Sportivo.

E’ stato affascinante vedere area hospitaly, ristoranti, sale convegni, shopping center, aperti questa mattina, (cioè in un giorno senza giocatori pedalanti e calcianti).

E’ quindi tutto vero: lo stadio può vivere 7 giorni su 7, basta volerlo!