[pullquote]Ora, la mia vita non è fatta di azioni. La mia vita è un pensiero.

di GUSTAVE FLAUBERT

[/pullquote]

Un viaggio dentro la disperazione di un uomo che non vuole crescere. Un Flaubert acerbo, scrive a 17 anni questo breve racconto, infarcendolo di riferimenti alle propria evidentemente complessa adolescenza.

L’amore non corrisposto, o meglio ancora inespresso, è il tema conduttore. Ma quello che emerge con forza è l’inazione del protagonista che mette tutta la propria energia nel pensiero e nella fantasia, casa madre di tutte le emozioni non vissute.

Ne viene fuori un quadro psicologico dove il piacere masturbatorio per l’impatto ravvicinato con l’universo femminile ben presto si trasforma in disperata solitudine.

Il linguaggio è volutamente iper romantico, tanto da risultare alla lunga anche un pò retorico e ridondante.

Voto 2/5