Sempre di più il campionato del Napoli è una corsa ad handicap. Handicap evidentemente costituito dalla Champions League che obbliga ogni volta Mazzarri a lasci fuori mezza squadra per affidarsi ai nuovi arrivati che, puntualmente, lo deludono.

Se il terzo indizio è un prova, dopo le sconfitte con Chievo e Parma possiamo dire che a Catania la prova è arrivata. Imbarazzanti, questa volta, soprattutto le prestazioni dei due centrali di difesa messi al fianco di Cannavaro che hanno dato la sensazione di essere inadeguati dal punto di vista tecnico e mentale. Evidenti gli errori individuali e il senso di insicurezza trasmessi per tutta la partita. Un peccato perchè il Napoli, nonostante tutto (e nel tutto ci sta anche l’espulsione di Santana), ha fatto una gara gagliarda, sicuramente oltre la sufficienza.

Speriamo che il sacrificio serva almeno per fare bella figura all’Allianz Arena…