Fu Mourinho a dare centralità a Sneijder, fu il trequartista olandese a ripargarlo con una stagione d’oro culminata col “triplete” che tanto Cristiano Ronaldo vorrebbe ripetere col Real.

In quella squadra Sneijder smistava il traffico proveniente della retrovie: o verso sinistra, in zona Eto’o, o centralmente, per gli scambi con Milito. Le alternative erano il cambio gioco a destra per il treno Maicon o la soluzione individuale, accentramento e tiro. Quattro varianti offensive micidiali con lui grande ispiratore.

Sono passati due anni e tutto sembra più polveroso e triste in casa Inter. Maicon passa i mesi in infermeria, Milito in panchina,  Eto’o nelle lande russe. E anche l’astro olandese sembra un pò arraggiunito, essendogli venuti meno le muse ispiratrici. Ma nonostante tutto il Magma Index lo premia generosamente con un punteggio simile a quello di Ibrahimovic e Pirlo, premiando soprattutto la continuità di gioco e precisione negli assist.

E in effetti chi se non lui chi potrebbe essere il miglior nerazzurro di inizio stagione? Snobbato da Gasperini è stato rimesso nel suo ruolo da Ranieri e col ritorno dei protagonisti di sempre anche l’olandese potrebbe tornare a luccicare.  I gol forse li troveremo sotto l’albero di Natale…