Adriano Bacconi si è incontrato il giorno dopo la giornata festosa di San Rossore a Coverciano con il Presidente Giancarlo Abete, e gli altri responsabili delle componenti della FIGC, nella veste di project leader dell’iniziativa del Settore Tecnico denominata “Rinnovare il futuro”. Un progetto fortemente voluto da Roberto Baggio e dal suo manager Vittorio Petrone e che vuole riportare il Settore Tecnico stesso a fare formazione sul territorio coi dei Centri Federali distribuiti in tutte le regioni italiane.

A dicembre era stato consegnato ad Abete un dossier di oltre mille pagine con l’analisi della situazione delle Scuole Calcio in Italia, una comparazione con le realtà straniere e le linee guida da seguire dal punto di vista metodologico, tecnologico e logistico.

Da allora poche risposte ufficiali, fino all’incontro chiarificatore di ieri durante il quale il Presidente della FIGC si è esposto personalmente e dopo aver sciolto alcune criticità legate alla LND (relativamente a quali strutture utilizzare) e a Club Italia (sul fronte dello scouting), ha detto che il progetto può entrare nella fase operativa avendo trovato le riserve finanziarie per la copertura dei costi.

A questo punto Adriano Bacconi ha mostrato cosa è stato fatto a Pisa con Enti Locali, Università e Società dilettantistiche per avviare comunque una fase sperimentale. Si è poi entrati maggiormente nel merito illustrando alcuni esempi della PSS come l’introduzione nel percorso didattico del linguaggio e di moderni supporti multimediali.

Pisa Soccer School è quindi ora anche il prototipo di riferimento per Roberto Baggio e per la FIGC e servirà al Settore Tecnico per capire meglio come strutturare i propri Centri Federali sul territorio nazionale.

 

Bacconi nei corridoi di Coverciano col giovane

allenatore dell’Inter Andrea Stramaccioni

 

Rassegna stampa

Il Tirreno 1 giugno 2012

PisaInfroma.it