JUVENTUS RADAR PERFORMANCE 5,8

Si ristringe improvvisamente il poligono del rendimento bianconero e per la prima volta nella stagione la squadra di Conte va sotto la sufficienza. Manca quasi tutto di ciò che ha reso fantastica questa macchina. Poca intensità (5), poca attenzione (Concentrazione 6), meno gamba (Forza 6), poca qualità davanti (6). L’impressione è che se avesse giocato col tridente giusto sin dall’inizio sarebbe stata un’altra Juve.

Juventus Radar Performance 5,8

 

DIFESA – CHIELLINI RADAR PERFORMANCE 6,5

Brilla meno delle settimane precedenti ma rimane il miglior difensore del suo reparto anche per la grinta che ci mette nel momento più difficile quando ad inizio riprese c’è da invertire la rotta e cambiare l’andamento della gara (Forza 7). Più che sufficienti tutti gli altri parametri.

Chiellini Radar Performance 6,5

CENTROCAMPO – MARCHISIO RADAR PERFORMANCE 6,2

Non penso sia un caso che il suo rendimento sia calato quando la squadra è passata al 3-5-2 un modulo che lo costringe in spazi più angusti. Non è un caso che da il meglio di sè quando la Juve nel finale torna al 4-3-3. In quella mezz’ora si rivedono la sua aggressività (Intensità 6) e il suo dinamismo (Forza 6). La qualità (6,5) s’era intravista anche prima.

Marchisio Radar Performance 6,2

ATTACCO – MATRI RADAR PERFORMANCE 7,5

Entra al 24′ del secondo tempo e cambia il senso della partita e forse del campionato. Si muove subito bene col reparto (Empatia 7), ci mette corsa (Forza 8) e grande ritmo (Intensità 7,5) agevolato anche dal visto calo rossonero nel finale. Il 4-3-3 esalta le sue caratteristiche.

Matri Radar Performance 7,5