Sono contento che Allegri abbia ammesso che la sua squadra avrebbe dovuto cercare più spesso il cambio di gioco come arma per disinnescare il pressing bianconero e trovare spazi attaccabili sul lato opposto del campo.

Le poche volte che ci ha provato è stato pericoloso, quasi sempre grazie a iniziative di Cassano, per il resto in ombra. Però ieri sera è mancata lucidità nel leggere le situazioni di gioco e alla lunga i rossoneri si sono fatti schiacciare dall’aggressività e dalla maggiore convinzione degli avversari. Non è un caso che alla fine lo score dei tiri è risultato addirittura impietoso per il Milan: 20 tiri subiti, solo 4 fatti.