JUVENTUS RADAR PERFORMANCE 5,6

Seconda insufficienza consecutiva per la Juventus di Antonio Conte. Dopo il 5,8 rimendiato contro il Milan arriva il 5,6 contro il Chievo frutto di una prova condizionata da una grave mancanza di forza nelle gambe (5) e di intensità nel gioco (5), le sue armi vincenti fino a poche settimana fa. Del resto la qualità (6) è quella che è per cui la squadra bianconera può recitare solo questo copione.

Juventus Radar Performance 5,6

DIFESA – BARZAGLI RADAR PERFORMANCE 6,5

40 minuti perfetti prima dell’infortunio che costringe il difensore toscano al primo forfait dall’inizio della stagione. Nella ripresa andrà ko anche Chiellini dimostrando la precaria tenuta fisica della squadra in questo momento. L’uscita di scena di Barzagli toglie sicurezza alla squadra. Mancheranno infatti nella ripresa la sua attenzione nelle chiusure (Concentrazione 7), la sua forza nei duelli (7) e il suo senso tattico (Empatia 6,5).

Barzagli Radar Performance8

CENTROCAMPO – PADOIN RADAR PERFORMANCE 6,3

L’ex atalantino continua a giocare fuori posizione (esterno dx nel 4-4-2) ma continua “a fare il suo”. La corsa non gli manca (Forza 7) anche se le apparizioni in avanti sono discontinue (Intensità 6). Mancano ancora i collegamenti giusti coi compagni (Empatia 6) ma ha il merito di rendersi molto pericoloso con un paio di spunti personali (Qualità 6,5).

Padoin Radar Performance 6,3

 

ATTACCO – VUCINIC RADAR PERFORMANCE 5,7

Conte decide di giocarsela col 4-4-2 per poi cambiare nella ripresa e disegnare con l’ingresso di Cacares su 3-4-3- Vucinic parte quindi come punta centrale al fianco di Matri e finisce come esterno destro nel tridente. Si adatta a modo suo non dando mai la sensazione di dare il 100% (Intensità 5) ma sfoderando qualche giocata pregevole (Qualità 6,5). Manca però completamente l’intesa con Matri (Empatia 5,5). E il gol è un miraggio.

Vucinic Radar Performance 5,7