La prima senza Pirlo è andata bene. Nell’incontro contro il Cesena ha giocato Pazienza come mediano centrale. La squadra ne ha risentito sul piano della creatività ma ha avuto il merito di compensare a questa lacuna alzando il baricentro e recuperando costantemente la palla nella trequarti avversaria.

Questa soluzione rende la Juventus più forte perchè dimostra la sua capacità di adattarsi alle diverse situazione e di non essere troppo legata alla presenza e allo stato di forma di un singolo giocatore.