Ci sono dei principi generali che regolano il rendimento delle attività di tutti noi nella vita di tutti giorno. Sono gli stessi fattori che se ben regolati e allenati permettono agli atleti di sviluppare in gara tutte le loro potenzialità. E’ una filosofia di origini orientali che si inspira al significato di Mandala secondo cui tutto ha origine dal centro e da qui si irradia energia rappresentabile con dei cerchi concentrici. Principi che il Prof. Giuseppe Vercelli ed suoi collaboratori più stretti, gli psicologi dello sport Michele Martini e Antonio Sacco, hanno mutuato nello sport dell’elite costruendo il modello S.F.E.R.A.. Modello che noi abbiamo adottato per valutare le prestaziono di squadre e  giocatori.

Questi sono i 5  fattori prestativi di cui tiene conto il RADAR PERFORMANCE:

CONCENTRAZIONE

E’  intesa come armonia tra il corpo e la mente, significa essere presenti con la testa su quello che il corpo sta facendo senza distrazioni esterne.

QUALITA’

Ogni atleta ha dei punti di forza e altri di debolezza. Al momento di scendere in campo deve essere sicuro di sè ed esprime al massimo le proprie qualità.

FORZA

Per rendere al massimo l’individuo deve saper dosare le proprie energie nel tempo, senza esagerare nè risparmiandosi. Deve trovre il giusto equilibrio in un’espressione corporea fluida e costante nel tempo.

INTENSITA’

Si tratta della capacità di tenere alto il ritmo di gara. Occorre una buona condizione atletica ma soprattutto una grande consapevolezza dei diversi momenti della partita. Saper accelerare o rallentare in fuzione delle esigenze individuali o di squadra.

EMPATIA

E’ fondamentale per lavorare in gruppo. Tra singolo e compagni ci deve essere i corretto transfer energetico. Un giocatore in particolare per esprimere le sue qualità deve sentirsi connesso e adeguato al contesto.

Da questa settimana iniziermo a pubblicare grazie ad un semplice strumento grafico, il RADAR PERFORMANCE, il redimento delle 5 grandi del campionato e dei migliori giocatori di ogni reparto. Sarà così facilmente intuibile quali sono stati i motivi che hanno permesso di rendere al meglio. Un modo nuovo, più profondo di vedere il calcio.