Secondo la classifica redatta dalla Federazione francese e che tiene contro di vari parametri, tra cui i contratti professionistici sottoscritti dai ragazzi del Settore Giovanile, il numero di match giocati, il numero di convocazione per la rappresentative nazionali, il livello di studi conseguito, la qualifica degli allenatori, ebbene il Rennes è al primo posto grazie ad anni di investimento nel suo Centre de Formation, all’avanguardia per strutture, organizzazione e capacità di selezionare, crescere e valorizzare i giovani.

La classifica redatta dalla Federazione francese sui Centre de formation professionistici

Il confronto è stato molto aperto, dirigenti e allenatori sono orgogliosi di mostrare il loro metodo ed i risultati ottenuti. Hanno solo il rammarico di crescere troppo lentamente. Capiscono che si potrebbe fare molto di più e sono disponibili a confrontarsi con realtà diverse per farlo insieme.

Adriano Bacconi nel Centre de Formation del Rennes insieme all'allenatore dell'U19 Regis Le Bris

Incredibile la scuola che ospita i ragazzi e che gli permette di conseguire il baccalaureat (il nostro diploma liceale) nonostante l’impegnativo percorso sportivo. Incredibile il rapporto tra professori (27) e studenti (44). Una scuola completamente finanziata dal club bretone.

L’aula di informatica all’interno della scuola riservata ai giovani calciatori del Rennes