Il calcio cambia – velocemente – ed essere troppo integralisti (alla Zeman per intenderci) non paga più. Il primo weekend dell’anno ha stabilito una regola nuova. Vince chi cambia. E’ successo su tutti i campi principali di serie A. Allegri ha domato il Siena passando a 4-2-3-1 con l’ingresso decisivo di Bojan. Mazzarri ha sorpreso tutti presentandosi con un inedito 4-4-2. Petkovic ha invertito l’inerzia di Lazio-Cagliari passando nel finale al 3-4-3.

Se tre indizi fanno un prova stiamo assistendo al trionfo del pragmatismo all’italiana, l’arte di arrangiarsi per superare le difficoltà contingenti anche in barba ai principi generali.

Vedremo se anche la Juve saprà mutare pelle per ritrovare se stessa. Il campionato è ancora lungo e tutto può succedere.