Scopro leggendo un articolo di Alessandro Frau su Startup Italia, che Diego Piacentini, vice presidente di Amazon, ha fatto una conferenza a Torino, la città dove abito, all’interno della Scuola Holden diretta da Alessandro Baricco.
Scorrendo l’articolo scopro tanti passaggi interessanti perchè trattasi di principi generali che possono servire per raggiunge il successo anche in altri ambiti, come il calcio di cui mi occupo per professione.

Diego PIacentini teenager e oggi

Diego PIacentini teenager e oggi


Un’azienda, infatti, come una squadra di calcio, ha una filosofia che sta alla base del suo modo di essere, del suo “stile di gioco”, e che alla fine ne determina il destino, in positivo o in negativo. Per Amazon i fattori chiave sono:
1) Velocità d’azione, serve ad un calciatore:
2) Rivoluzione permanente, serve nel calcio, evolversi e cambiare per sorprendere l’avversario?
3) Amare l’invenzione, potrebbe essere la voglia di fare un dribbling o un tiro impossibile?
4) Niente sensi di colpa se si sbaglia, la creatività per svilupparsi non può essere imbavagliata
5) Bezos sa fare il magazziniere, il calciatore deve conoscere tutto del contesto dove vive
6) Imitare il modello della Toyota, capacità di ascolto tutti possono dare uno spunto utile per migliorarsi
7) Obiettivi a lungo termine, mai pensare che tutto finisca con la gara di domani, dobbiamo pensare a come vorremo crescere nel tempo.
8) I droni, che anche noi usiamo per studiare calcio dall’alto dei cieli
drone
Oggi ne ho parlato con alcuni giocatori della mia squadra consigliandone la lettura completa….meglio di una lezione di tattica.