Confronto tra le caratteristiche tattiche delle due squadre più in forma del momento. La Juventus di Conte può contare su un pressing ultraoffensivo e da una ricerca di una fase di transizione molto rapida, ma senza rinuciare mai a sfruttare l’ampiezza del campo.

Opposto l’atteggiamento del Napoli che tendenzialmente abbassa il baricentro confidando sulla velocità dei suoi interpreti molto abili a gettarsi negli spazi verticali che creano gli attaccanti con la loro dinamicità.

Due filosofie di gioco molto diverse ma per ora entrambe molto efficaci.