Per porre le vostre domande utilizzate il modulo presente in questa pagina:  http://www.adrianobacconi.it/corrispondenza/

 

Per me nel secondo tempo buon Milan, buon ibra che ha tenuto da solo la squadra in attacco permettendo alla squadra di salire e rifiatare per te?

Christian De Peccati

L’impressione è che il Milan abbia sbagliato completamente l’interpretazione della gara per poi ritrovarsi in extremis. Da quello che  trapela dagli spogliatoi leggendo i giornali sembra anche che ci siano stati dei problemi tattici con relativi mal di pancia di Ibra stesso. E’ chiaro che il 4-3-3 è un modulo che allo svedese non piace obbligandolo a stare lassù a fare il vertice alto al servizio degli altri. Dai cambi nell’ultima mezz’ora e dal relativo assestamento della squadra si capisce quanto questo Milan sia condizionato dagli umori e dalle volontà del suo leader.

 

Ciao adriano . Inanzitutto sei sempre competente e obbiettivo e di a Gene che sta facendo un ottimo lavoro con Collovati. Un informazione: ma il magma index è in commercio? 

Ciro Gallo

Sulle diatribe televisive non entro, ognuno è libero di vedere il calcio come vuole, non esiste solo l’anima tecnica-analitica. Il bello è proprio le diverse prospettive da cui si può vedere. Per quanto riguarda il Magma Index la risposta è no. E’ un prototipo pensato per la Rai che ha la possibilità per ora di utilizzarlo in via esclusiva all’interno delle proprie trasmissioni sportive.

 

Ho letto l’articolo su Il Mattino. io in sintesi la vedo così: il Napoli rispetto all’anno scorso ha un centrocampo con maggior qualità, questo ha portato la squadra azzurra a fare più possesso palla, in sostanza a prendere le redini del gioco, rispetto all’anno scorso dove si tendeva più a contenere e pressare forte a centrocampo per poi ripartire rapidamente in contropiede. Paradossalmente questo miglioramento di qualità ci ha resi prevedibili di fronte ad avversari modesti sei d’accordo? Penso, inoltre, che mazzarri si trovi spiazzato da questa nuova situazione. Io fossi in lui inizierei seriamente a collaudare un 4-3-3 o un 4-3-2-1 con gli esterni molto alti già dal primo minuto. Tu come pensi si possa uscire da quest’empasse Bac?

 Alessandro Greco

Mi fa piacere che tu legga le mie annotazioni tattiche su Il Mattino. Da queste colonne ho parlato spesso del centrocampo del Napoli. E’ vero che quando la squadra non trova spazi e rallenta la manovra fa più fatica a rendersi pericolosa. Ma questa è una regola generale che vale per tutti non solo per il Napoli. Al contrario penso che Mazzarri abbia comunque la capacità di trasmettere ai suoi giocatori compiti e schemi in grado di aiutarli a travare situazioni di superiorità numerica anche in spazi ristretti. Per quanto riguarda il modulo sono convinto che, salvo casi di emergenza, Mazzarri non abbandonerà mai la difesa a 3 perchè vuole avere sempre l’uomo in più alle spalle dei due difensori-marcatori.

 

Il momento no dell’Inter ha trascinato nel suo gruppo anche capitan Zanetti e Cambiasso? Di loro cosa mi potresti dire? Da tifoso interista mi interessa un tuo parere, grazie.

michelezanetti93@hotmail.it

Proprio in questi giorni ho avuto il piacere di passare un pomeriggio con Giampiero Gasperini che mi ha raccontato la sua esperienza all’Inter. Da questo ho capito che il problema dell’Inter sia la mancanza di coerenza tecnica tra il progetto dell’allenatore e le scelte di mercato. In questo momento ci sono troppi giocatori che sembrano arrivati all’Inter per caso e non per essere inquadrati e valorizzati nel contesto di squadra in maniera logica. In tutto questo c’è una vecchia guardia che difende il proprio “status quo”.  Servirebbe il coraggio di cambiare. Al di là di Cambiasso e Zanetti c’è la necessità di aprire un nuovo ciclo con ragazzi più giovani e con più entusiasmo.

 

Continuate a scrivermi, ogni venerdì saranno pubblicate le mie risposte. Buon weekend a tutti!