Michael Krohn-Dehli e non Nicklas Bendtner sarò l’uomo chiave della Danimarca domani sera al Meazza. L’Italia che ha sofferto la velocità degli attaccanti armeni e gli spazi lasciati alle loro spalle dagli esterni Maggio e Criscito, dovrà correre ai ripari. Prandelli andrà sull’usato sicuro riciclando Abate e Balzaretti e mettendo in area di rigore i muscoli ed i centimetri di Chiellini.

L’obiettivo è di impedire ai danesi di sfruttare le incursioni di Eriksen e soprattutto di Krohn-Dehli che viene servito sull’out di sinistra sui cambi di gioco. In quella zona Abate dovrà stringere la diagonale difensiva evitando all’ala del Celta Vigo di poter puntare Barzagli in velocità.

Pochi concetti chiari spiegati da Bacconi ieri sera alla Domenica Sportiva

Bacconi sull’Italia

Bacconi sulla Danimarca