Ventiquattro ore senza calcio alla ricerca di vino buono, tartufo bianco e nocciole. Obiettivi centrati percorrendo valli rigate da vigneti  e aspri crinali boschivi avvolti già dalla bruma autunnale.

Un elogio alla lentezza e alle ataviche abitudini contadine  prima di ributtarmi nel mondo agitato e irrequieto della Serie A.

Un calice di Barolo Cru alla mitica cantina Ratti